IL FALLIMENTO

Secondo te, il fallimento esiste?
Prosegui nella lettura di questo articolo e scoprirai che il fallimento esiste solamente nella tua testa.

Innanzi tutto, fallire, deriva dal latino “fallere”, ovvero ingannare. Un significato scelto non casualmente perché il fallimento è proprio un inganno… ma ordito dalla tua mente.

Non ci credi? Allora continua a leggere e ascolta la storia dell’uomo che ha creato la più grande catena di fast food del mondo e sono certo che comprenderai come il fallimento esista solamente nella mente delle persone che smettono di impegnarsi e di credere nei propri sogni.

Ray Kroc, il fondatore della Mc Donald’s, è diventato un personaggio conosciuto in tutto il mondo anche grazie al film The Founder.

locandina film The Founder

Conosci la sua storia?

Prima di tutto devi sapere che il successo gli è arrivato quando aveva ben 52 anni e, prima di allora, aveva fallito innumerevoli volte, cambiando tantissimi lavori. Nato a Chicago da una famiglia di immigrati slovacchi, da giovane, insieme a dei suoi amici, apre un negozio di musica. Successivamente diventa il rivenditore di una serie infinita di prodotti. A differenza di suo fratello Bob che diventerà un professore universitario, Ray non è nato per lo studio. Ma è un grande sognatore tanto che i suoi compagni di classe lo definivano: “Danny Dreamer”. 
Io non ho mai considerato i miei sogni come una perdita di tempo o di energia“, scrive nella sua autobiografia. “Tutte le mie fantasie, infatti, erano sempre legate a un’azione. Per esempio, quando immaginai di avere un mio stand per vendere delle limonate, dopo qualche giorno ne aprii veramente uno“.

Un “vecchio” venditore che aveva sempre fallito

Ray è nato venditore e, crescendo, inizia a lavorare per la Prince Castle, un’azienda che punta tutto su un frullatore. Parliamo del Multimixer, un apparecchio utilizzato nei drive-in americani per preparare dei frullati. La sua carriera, però, è costellata da fallimenti ed è ormai prossimo alla pensione. Eppure è sempre alla ricerca di un’idea di un business che possa cambiargli la vita.

Ray Kroc e il frullatore Multimixer

Un ordine insolito…

Un giorno Kroc riceve un ordine di sei frullatori ma, con sua grande sorpresa, scopre che tutti e sei i frullatori andavano consegnati alla stessa attività commerciale, un piccolo un chiosco di hot dog. Incuriosito da questo episodio, Kroc telefona al negozio e decide di portarglieli personalmente. Si mette in auto, percorre moltissimi chilometri e incontra i proprietari del fast food, ovvero i fratelli Richard e Maurice McDonald.

L’illuminazione!

Ray rimane affascinato da quell’incontro perché nessuno, prima di allora, gli aveva mai ordinato sei frullatori tutti insieme. Soprattutto, resta colpito dal rapido sistema di produzione e di vendita del cibo che avevano realizzato i due fratelli. Comprende che quel piccolo fast food ha un grandissimo potenziale. Un potenziale che gli stessi McDonald non avevano ancora visto! 

Così si offre di diventare loro agente licenziatario e li convince ad aprire, un anno dopo, un secondo negozio con l’obiettivo di replicare quel sistema di vendita e quell’attività, in tutto il mondo.

i fratelli Mc Donald davanti all'insegna del primo fast food Mc Donald's
I fratelli Mc Donald di fronte al “non ancora aperto” primo McDonald’s, novembre 1948, San Bernadino

Il resto è storia. Una storia di grandissimi successi!

Dopo quasi mezzo secolo, sono più di 30.000 i ristoranti McDonald’s in tutto il mondo, di cui circa 13.000 negli Stati Uniti. Impiegano un milione e mezzo di persone e servono più di 48 milioni di clienti ogni giorno ed è presente in 119 Paesi. Solamente nel 1999 sono stati aperti 1.998 nuovi ristoranti, più di 5 al giorno.

Ray Kroc, il fondatore della Mc Donald's

Condizionamenti…

Ora ti chiedo, quando Ray ha incontrato i due fratelli si è lasciato condizionare negativamente dai suoi precedenti insuccessi? Si lasciato scoraggiare dai suoi fallimenti e dalle continue critiche che aveva ricevuto? Considera che anche sua moglie, oramai, non credeva più in lui!

Secondo te si sarà detto frasi del tipo: “ Non andrà bene perché ho già fallito altre volte e non potrò mai diventare un imprenditore di successo”, oppure si sarà lasciato pervadere dall’entusiasmo e dal desiderio di realizzare i suoi sogni? Bene, sappiamo tutti come è andata, ma se si fosse lasciato condizionare dal suo passato, dai suoi insuccessi, quale sarebbe stato il suo futuro?

E tu cosa avresti pensato?

Se avessi avuto la possibilità di conoscere Ray prima del suo grande successo e ti avesse raccontato del suo sogno, ovvero aprire dei fast food in tutto il mondo, tu cosa avresti pensato?

il fallimento esiste solamente nella testa di chi si lascia condizionare

Ecco, la risposta che hai dato, molto probabilmente, è la stessa che avresti dato a te stesso nei panni di Ray Kroc. Ed è anche la stessa che ti sei dato e che ti dai ancora oggi, quando la vita ti mette davanti l’opportunità di realizzare il tuo sogno.

Il fallimento non esiste!!!

Che cosa aveva di diverso Ray, tanto da poter credere di poter realizzare un sogno così grande, nonostante avesse già collezionato degli insuccessi e avesse 52 anni?
Di diverso c’era solamente che, per lui, il fallimento non era contemplato!

Per lui esistevano solamente le azioni, le opportunità e i risultati. Ray sentiva di meritare di più e nessun ostacolo poteva fermarlo o scoraggiarlo.

Un multi-mixer originale venduto dai Ray Kroc ai fratelli Mc Donald.Un multi-mixer originale venduto dai Ray Kroc ai fratelli Mc Donald.

Tu cosa sogni o pensi di meritare?

In passato hai avuto solamente risultati negati nel lavoro e nel business? Ottimo! Sei già un passo avanti… Se avrai altri risultati negativi, sarà solamente per permetterti di realizzare un sogno ancora più grande. Hai mai sentito la frase: impara dagli errori? Perché, se fai “bene”, non puoi migliorare.

Un bambino lo sa…

Quante volte cade prima di imparare a camminare? Tantissime! Eppure cade e riprova. Cade e riprova finché non riesce perché è l’unica via che conosce per passare dal “gattonare” al camminare eretto.

per imparare a camminare bisogna cadere e rialzarsi

Il fallimento esiste nella misura in cui smetti di tentare!

Adesso che anche tu hai capito che non può essere una caduta a limitarti ma che anzi, è un’opportunità in più per imparare, cosa vuoi realizzare ancora nella tua vita?

Ray Kroc frasi

Voglio darti uno strumento che ti aiuterà a rispondere a questa domanda. Dovrai semplicemente chiederti: se avessi la garanzia di non poter fallire, cosa realizzerei professionalmente?

Scrivilo qui sotto nei commenti…

Buona giornata
Leonardo Leone, Imprenditore e autore del Best-Sellers IO CREO IL MIO SUCCESSO
e fondatore del Percorso Io Creo il Mio Destino

2 commenti su “IL FALLIMENTO”

  1. Ciao Leonardo, mi piace molto il tuo ragionamento e tutti i consigli che ci dai hai tutti. Vorrei presentarmi che sono una straniera Moldava e lavoro per una agenzia come parrucchiera per i programmi televisivi. Lavoro poco, ma non riesco di buttarmi a fare anche per conto mio, ho paura, non ho la sicurezza. Per favore mi aiuti a crescere. Grazie tanto

  2. ciao leonardo, mi chiamo giovanna, ti ho conosciuto casualmente oggi parlando di Coronavirus, sono un’imprenditrice, attualmente proprietaria di un ristorante a Sassari, in sardegna. Ho aperto insieme a mio marito il ristorante quasi 6 anni fa, nonostante provenissimo entrambi da un altro settore, e anche se sono soddisfatta dei risultati ottenuti, ancora i nostri sacrifici non sono sufficienti. Motivo per cui sono più i momenti di scoraggiamento che quelli di coraggio.
    Qualsiasi consiglio sarà prezioso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *