IL TEMPISMO

Buongiorno, oggi voglio parlarti di un aspetto imprenditoriale molto importante ma che, in molti, purtroppo sottovalutano. Voglio parlarti del tempismo!

Suppongo che tu conosca Instagram e probabilmente sarai uno fra quel miliardo di utenti che vi è iscritto. Ma lo sai quanto vale Instagram? Vale 100 miliardi di dollari. Però leggevo su La Repubblica che quando Mark Zuckerberg la acquistò nel 2012, la pagò “solamente” un miliardo di dollari e questo significa che in soli 6 anni, ha centuplicato il suo valore!  

Il network perfetto

Nel 2011 Instagram ha solamente 5 milioni di utenti registrati nel mondo mentre, nel 2018, ne ha un miliardo. Perché nel giro di sei o sette anni ha fatto una crescita così esponenziale?
Perché rappresenta il social network perfetto.

In un periodo storico nel quale le persone passano più tempo a farsi i selfie che a parlarsi fra l’oro, Mark Zuckerberg ha ituito, prima di chiunque altro, il potere che avrebbero avuto le immagini e i video. Ha compreso, in anticipo, che sarebbe diventata la piattaforma del futuro.
Zuckerberg ha avuto lungimiranza e intuizione ma, soprattutto, ha avuto il TEMPISMO perché ha agito nel momento giusto.

La questione, infatti, è che viene sempre data l’importanza a un miliardo di cose ma viene costantemente ignorato o sottovalutato l’aspetto più importante di tutti: il Tempismo!

I pionieri

Solamente in alcuni casi le persone si preoccupano del tempismo ma lo fanno nella maniera sbagliata. E’ il caso dei “pionieri”, ovvero quegli innovatori che decidono di investire in un determinato settore, portando sul mercato un’idea innovativa. Il loro problema, però, è che anticipano troppi i tempi e si ritrovano in un “mondo” che non è ancora preparato arecepire il loro servizio rivoluzionario.

Per spiegartelo meglio, ti faccio un esempio semplicissimo

Immagina una situazione calcistica. Un attaccante arriva nell’area di rigore avversaria, il suo compagno di squadra gli fa un assist ma lui è troppo in anticipo. Pensi che riuscirà a fare gol? Assolutamente no perché si troverà troppo in avanti rispetto alla triettoria del pallone.
Ecco, ora supponi che il pallone sia il mercato. Se sei troppo in avanti o indietro, non colpirai mai la palla!

Quindi, il tempismo di quel calciatore, decreterà la sua fortuna o la sua sfortuna. Non sarà la sua dote tecnica, la sua altezza, la prestanza o la sua preparazione a portarlo al successo ma dipenderà dal tempismo!

Nella vita funziona esattamente allo stesso modo. Se ti preoccupi di tanti dettagli ma non del tempismo, rimarrai indietro. Se ti preoccupi esclusivamente d’essere un pioniere, nessuno comprenderà il tuo prodotto o la tua idea innovativa.

Qual è, oggi, il grande problema del mercato?

Immagina una partita di scacchi. Il grande giocatore, quello vincente, è colui che quando compie un’azione ha già previsto le sue prossime mosse e ha anche ipotizzato quelle del suo avversario.

Voglio farti un esempio specifico. Pensa al settore dell’estetica. Con molti altri ambiti lavorativi è strettamente legato alla stagionalità. Ad esempio, in inverno, si lavora un po’ meno mentre, in primavera e in estate, visto che le donne tenderanno a scroprirsi maggiormente, il lavoro aumenterà. Nonostante questo sia un aspetto conosciuto da tutti, uno degli errori più grandi che commettono le estetiste o i centri di estetica è quello di non preparsi adeguatamente alla stagione in corso ma tenderanno ad inseguirla. Uno degli esempi tipici? Le offerte “last minute”.
Ovvero: zero programmazione!

Voglio darti 3 consigli per essere efficace nel tuo lavoro o nel tuo business

1) Fare delle indagini…
Non ti preoccupare di dove vorresti essere ma preoccupati di cosa vuole il mercato.

Ma come puoi comprendere cosa voglia il tuo mercato?
Semplice: fai un’indagine, un sondaggio, realizza un questionario da sottoporre ai tuoi clienti, oppure della interviste.

Se devi aprire un’azienda, vai ad osservare e valutare cosa fanno i tuoi competitor.
Naviga nei blog del tuo settore, leggi, informati e reperisci più informazioni possibile.
Analizza quali sono i problemi in quel mercato e quali possono essere le esigenze che ancora non sono state risolte da nessuno.

2) Cerca di giocare in anticipo.
Come di dicevo in precedenza, parlandoti della partita a scacchi, quando compi una mossa, ipotizza già le tue prossime azioni perché questa strategia ti consentirà di avere a disposizione una vasta gamma di scelte e di possibilità. Ti faccio un ulteriore esempio. Un pilota automobilistico che guida a 300 all’ora, non il gira il volante quando vede una curva ma lo gira una frazione di secondo prima.
E sai perché? Perché se aspettasse di vedere la curva, sarebbe già contro il muro!

Quindi, se vuoi avere un grande risultato, devi imparare a giocare anche di anticipo cercando di prevedere l’andamento della stagione e dell’anno.

3) Deve creare un business e ancora non hai idea di cosa fare?
Pianifica. Esistono, proprio per questo, i business plan che ti consentono di sapere quello che farai nei prossimi tre anni. Il business plan ti darà le previsioni sui ricavi, sui costi e su tutta la gestione della tua azienda. Inoltre, grazie al cash plan, la potrai sapere, in anticipo, su tutto quello che  riguarderà al tuo cash.

Sarai come un armatore che sta costruendo la sua nave e dovrai risolvere ogni problema, ancor prima che questo accada. Ma non solo. Esattamente come un armatore, dovrai anche realizzare delle scialuppe di salvataggio perché, nel caso vi fosse un urto o un affondamento, avrai già una soluzione per risolvere qualsiasi difficoltà.

L’imprenditore, in un certo senso, è l’equivalente dell’armatore.  Prima di aprire e mettersi “in viaggio”, grazie al business plain avrà già pianificato delle mappe che gli consentiranno di orientarsi nel mercato.

Potrà sapere esattamente cosa accadrà nel futuro?
Non del tutto ma avrà già realizzato dei piani di “salvataggio”. Anche per questo è fondamentale che vi sia una corretta pianificazione finanziaria. Ciò che dà ossigeno a un’azienda, infatti, sono proprio i contanti, il cash, la liquidità. Un’adeguata pianificazione finanziaria farà in modo che in caso di un calo nelle vendite o di un qualsiasi altro imprevisto, l’imprenditore sarà sempre pronto a salvarla e riportarla nel porto.

E tu stai pianificando correttamente i tuoi progetti nel business o nella tua vita personale?


Lasciami un commento e cercherò di darti le giuste indicazioni per guidare la tua nave nelle acque più sicure.

Ti auguro una splendida giornata e un’ottima navigazione…
Leonardo Leone, Imprenditore e autore del Best-Sellers IO CREO IL MIO SUCCESSO
e fondatore del Percorso Io Creo il Mio Destino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *