LA PROSPETTIVA IMPRENDITORIALE

Oggi voglio parlarti di una cosa molto importante: “La Prospettiva imprenditoriale”.
Se hai già avuto la possibilità di conoscermi, magari partecipando a uno dei miei Tour in giro per l’Italia, oppure mi hai visto in qualche apparizione televisiva come, ad esempio, sul
Tg1 della Rai, saprai che da oltre venti anni sono impegnato nel realizzare i miei sogni.

Qualcuno definisce questo mio modo di fare: Imprenditoria. Ovvero avere una visione e intraprendere delle azioni volte al raggiungimento di un obiettivo visualizzando, già dall’inizio, il risultato finale.

Purtroppo ci sono molti casi di insuccesso

Eppure mi sono reso conto che molto spesso questo non accade anche agli altri imprenditori. Non a caso, infatti, si contano maggiormente i casi di insuccesso che quelli di successo.

I Mass Media e le notizie negative

In effetti, accendendo la televisione o semplicemente leggendo un giornale, siamo quotidianamente bombardati da notizie negative. Ogni giorno ci parlano di aziende in crisi o che falliscono. Devi sapere che l’informazione ha un grandissimo impatto sulla tua vita e sulle tue idee. Quindi, se non stai molto attento, rischi di essere letteralmente manipolato dai media.

Impara a focalizzarti in pensieri positivi

Nonostante si viva “sotto attacco”, dobbiamo imparare a focalizzare tutta la nostra energia verso cose positive. Come attitudine personale ho imparato quanto sia utile focalizzarsi su ciò che vogliamo e non su cosa non vogliamo. Ho compreso quanto sia importante focalizzarsi verso immagini positive e potenzianti nonostante il tentativo dei mass media di attirare la nostra attenzione su aspetti sfavorevoli e disastrosi. Con questo post e con tutti gli articoli presenti nel mio Blog, voglio contrastare questa attitudine negativa e invalidante.

Il successo di IBM

Nello specifico, oggi, voglio parlarti di un caso di successo mostrandoti la strategia di base adottata per raggiungerlo. Conosci la storia di Tom Watson, il fondatore di IBM?

Sempre avanti!

Thomas John Watson è stato il presidente e l’amministratore delegato di IBM e, tra il 1914 e il 1956, portò l’azienda a diventare una vera potenza economica internazionale. Watson sviluppò uno stile organizzativo e una cultura d’impresa che trasformò la società in un’organizzazione commerciale di grandissimo successo.
Con lui al timone, le giornate lavorative della IBM iniziano sempre con una riunione generale in cui Watson teneva un discorso d’incoraggiamento caratterizzato dalla frase “Ever Onward”, ossia “SEMPRE AVANTI!”. Quando morì nel 1952 i guadagni di IBM avevano raggiunto 897 milioni di dollari e la compagnia aveva 72.500 impiegati.

I tre segreti di Watson

Alla domanda sul perché IMB avesse un successo così grande, Watson rispose: IBM è quello che è oggi per 3 ragioni speciali:

1)   La prima ragione è che, dal primo istante avevo una figura, un modello molto chiaro di quello che l’azienda sarebbe dovuta diventare. Avevo un disegno in mente, un sogno, una visione e sapevo che un giorno l’avrei realizzato.

2)   La seconda ragione è che, una volta costruita quell’immagine, chiesi a me stesso come si sarebbe comportata una compagnia simile a quella. Successivamente, proseguii immaginando come avrebbe agito un’azienda di quel tipo.

3)   La terza ragione per cui IBM ha avuto così successo è che, una volta visualizzate quelle immagini (l’immagine di come l’azienda sarebbe dovuta essere e l’immagine di come avrebbe agito un’azienda di quel tipo), ho compreso che se non avessimo agito in quel modo fin dall’inizio, non avremmo mai raggiunto i risultati sperati (e poi ottenuti!).

Il potere della visione

Fin dagli esordi IBM ha seguito le impostazioni della mia visione. Ogni singolo giorno tentavamo di modellare la compagnia a quel riferimento. Alla fine della giornata lavorativa chiedevamo a noi stessi quanto bene avessimo lavorato, analizzando le differenze tra dove eravamo e dove ci eravamo preposti di arrivare, correggendo sempre queste differenze.

Ogni giorno, in IBM, era un giorno dedicato allo sviluppo del business e non nel fare business. Noi non facevamo affari in IBM, noi li CREAVAMO!

Tutto questo cosa ti insegna?

Che senza una prospettiva non puoi trasformare un disegno su un foglio in qualcosa di reale. Senza la prospettiva imprenditoriale resterà un semplice disegno di un qualcosa che ti piacerebbe.
In questo articolo del Blog ti ho parlato di qualcosa di importante da fare per trasformare un sogno in un successo, specificando due cose essenziali per far sì che tutto possa accadere.

Tutto nasce da due principi elementari: DECISIONE e AZIONE!
Altrimenti nulla accade… se non caos o fallimento. Mi raccomando, rifletti bene su ciò che ti ho scritto in questa ultima frase e raggiungi i tuoi
obiettivi!

Ti auguro una buona giornata

Leonardo Leone, Autore del best seller “Il Creo il mio Successo”, imprenditore e creatore del percorso di Evoluzione personale “Io creo il mio Destino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *